mercoledì, novembre 05, 2008

l'uomo a quattro zampe

rimbombano i passi da controllore
puntano me,
corridoio di latta,
gente seduta si è già tolta le scarpe
non scapperanno,
prima di un'ora o due

gabbia in cristallo swarowsky
a quattro zampe sta
nudo un uomo
scudisciate, strisce di evidenziatore
sulle pagine bianche
delle gambe

se scuoti piano vedrai alzarsi la neve
lenta bianca acquea
illusione silenziosa
di un universo scintillante senza cielo
dove a quattro zampe sta
nudo un uomo

grattacielo caduto, profumato di latta
rimbombano inutili soavi
unghie laccate e sussurri
signorina disporrebbe della custodia
in morbido silicone
per questo gioiello?

il sole si frantuma in arcobaleno
a quattro zampe sta
nudo un uomo
futile ripieno nei capricciosi gorghi
della apparenza in cenere
appassita dal tre per due

schiaccianti necessità praticità
barometro segna ricrescita
sulle meches della vamp
trionfante massaia hai barattato
smalto e pizzo
con maglie di lana

grani di pepe, rimembranze di caviale,
pois sullo stufato
di carne di porco
la mia alcova un carrello a gettone
a quattro zampe sta
nudo un uomo


MA CHE VORRÀ STO MANIACO MESSO COME LA PECORA?
LO SAPREMO NEL PROSSIMO BLOG


O FORSE NO...

Nessun commento: