martedì, dicembre 09, 2008

merendina

si ha un bel fare normale
dall'altra parte di un vetro
che divide il fuori e il dentro
di un mondo piatto incorniciato
una sola, nasconde un esercito
che avanza inesorabilmente lento
al ritmo allegro di una monetina
non mi è dato sapere quando sarà
il momento in cui mi affaccerò
alla soglia di una nuova vita
vedo davanti a me identica e allineata
una immagine di me e molte altre ancora
uno scatto in avanti, un tuffo e poi
il silenzio per minuti o notti intere
hai il privilegio di ammirare scorrere
mille uomini e mille storie che hanno dentro
sospesa sul bilico di un trampolino di latta
il mio colore è un riflesso imposto
dal vetro che mi separa dal mondo
sono adesso la prima, quasi viva
nell'orgasmo di una attesa
di quelle calde mani sconosciute
che mi porteranno finalmente
via di qui

Nessun commento: