giovedì, dicembre 04, 2008

nat

scivola sotto la porta una busta studiata apposta per interrompere la
sottile lama di luce, polverosa, pigra alba sulle creste regolari e
infinite della moquette color crema bruciata.
fuori un mondo intero fatto di immagini e numeri risolve complessi
calcoli natalizi destinati a bruciare nella mezzanotte di un giorno
solo.
Lo stesso sole spazzerà via fattura d'albergo e voci di festa, presen
za discreta fatta di silenzio esausto in un pomeriggio novello, primo,
ordinario, spegnetevi regali e andate a dormire, chissà se per sempre.

Nessun commento: