giovedì, marzo 19, 2009

scorze di passato confermano le incertezze future

holiday inn, quarto anno, secondo mese, quinta colazione, stessa
macchia sulla moquette e di solito quando sono a metà yogurt in
sottofondo parte la versione per archi e piffero del Dott. Zivago;
giusto nel momento in cui mi siedo, dopo aver messo l'acqua nel
bicchiere,
beffardi musicanti andini soffiano una sciapa variazione della canzone
di Titanic: un tossico peruviano sta dando anima alle sue ultime
scoregge prima di morire: la novitá consiste nel farlo con la bocca
immortalando il prodotto nel cristallo digitale di un cd!
quando penso a questa ripetitiva monotona stranezza (sono ormai 3
giorni) in sottofondo arriva un arrangiamento a fiato che giurerei sia
qualcosa dei bee gees o forse barbra streisand; di sicuro, nelle
gracchianti frequenze della radio rotta del suo mondo interiore, lo
zufolaro deve aver fatto casino.
a seguire un assolo di pianoforte di 10 secondi circa (deve trattarsi
di un amico che ha chiesto una piccola parte nel cd) e si riprende con
un omaggio a sergio leone , sempre a pifferate; di solito a questo
punto esco dalla sala colazione


Antonello Russo
(Inviato dal mio iPhone)

Nessun commento: