venerdì, maggio 03, 2013

No sex and the city (la donna che non tromba)

Freddo tramonto allunga le ombre
di un altro amore mai sorto
dentro e fuori da tubi e tombini
ascensori trombano le scale
amplessi di asfalto e cemento
metropoli, grancassa delle mie voglie
bastonata da tutti i membri che non ho preso
A dieta di maschio il cuore mio anoressico
echeggia nel corpo appessantito dalla noia
ho preparato cristallo e piume
ma l'uccello becca altra mollica
profumo di bugia, scoregge in bolle di sapone
in attesa di un improbabile chiamata
polvere si accumula nel mio soggiorno
Amico dello snorkling senza tubo
emergi dalle acque della mia fantasia
penetri nel mio immaginario
pane per la mia anima di porchetta
sui muri scorrono lenti i tuoi graffiti
tristi come una notte senza salsicce
ristoranti chiusi seccano la mia bruschetta

Nessun commento: