lunedì, ottobre 21, 2013

rapita a vedere passare le nuvole

semafori rossi luci gialle insegne stanche
minuscoli ori tessuti nello scuro e bianco
specchio appannato della notte di nebbia
mondo scorri dormi parli dietro la finestra
avanzi erodendo al futuro attimi e sospiri
riflessi distorti sulle scarpe di vernice nera
di una ragazza che pesca momenti di alba
un oblò l'ha rapita a vedere passare le nuvole
attendono insieme il sole, che se non riscaldi
appiani le pieghe del letto lasciato presto orfano

3 commenti:

gioia ha detto...

Mi piace. E si vede ogni cosa.

dado ha detto...

:) grazie, unica lettrice :)

dado ha detto...

:) grazie, unica lettrice :)