domenica, dicembre 22, 2013

I salici ciechi e la donna addormentata

chiudendo gli occhi, sentii l'odore del vento. un vento di maggio gonfio come un frutto, che aveva in sé la ruviditá della buccia, la morbidezza della polpa e innumerevoli semi. quando il frutto si spaccò nel cielo, i semi vennero a mitragliarmi il braccio nudo, soffici proiettili che mi lasciarono una leggera sensazione di dolore.

incipit

haruki murakami

4 commenti:

gioia ha detto...

Posti in questi giorni... :)
Incipit a quale libro?

gioia ha detto...

Sono scema.
Titolo del post, titolo del libro, immagino. Visto che è virgolettato.
Mi sono risposta da me.

dado ha detto...

artigianalmente, ho copiato a mano il testo.
è un po' il mio regalo di natale.

dado ha detto...

artigianalmente, ho copiato a mano il testo.
è un po' il mio regalo di natale.