venerdì, luglio 17, 2015

Estate

Ne hai voglia?

 
section 1
francescaruss14
Quest'anno non ho voglia dell'estate
di luce prepotente che ti acceca
dell'acre delle pesche e del sudore
dell'opulenza molle delle angurie.
Ho voglia di tepore e tenerezza
di luce calda che accarezza gli occhi
di vento fresco tra i capelli sciolti
di baci lievi sulle labbra schiuse.​
 
section 2
biodegradabile5
via la polvere dal silenzio dei pomeriggi
lasciamo che qualcuno, ancora, parli lontano
abbassandone il volume come una radio
hai spento il mondo e l'ombra é la tua casa
 
section 3
gancjo
Gente in spiaggia
corpi al sole
dopo lunghi mesi freddi,
non sentire
nella testa
la bellezza dell'estate.
Quando il mondo
ti trasporta 
nella vita tua di adulto,
pensi sempre 
con rimpianto
a quei tempi da fanciullo
quando un urlo
e un gavettone
ti portavan
la stagione,
quella che adesso speri
possa esser
lunga come
un sol battito di ciglia.
 
section 4
189
Estate.

Il profumo che c'è nell'aria
mi porta indietro con il tempo.
Lo stesso profumo che mi accompagnava 
alla fine della scuola.
Tempi di verifiche, di pagelle,
di paura che la matematica potesse
accompagnarmi sotto quel sole cocente
senza alcun refrigerio.
L'estate è il periodo in cui si 
chiude un ciclo e se ne riapre un altro.
Gli adolescenti scoprono le loro forme,
gli adulti vorrebbero nasconderle.
Ci si scopre, un po' da tutto.
Timore per chi attende l'autunno
per potersi nascondere e proteggere con caldi cappotti
ed enormi ombrelli.
 
section 5
biodegradabile5
vorrei chiamarti sabbia e avvertirti minuta e avvolgente, 
aspettare che il sole ti fonda sulla mia pelle 
e invano mandarti via 
per poi ritrovarti ancora nel vento

nuovi rilievi tagliati dalla luce si riflettono scuri, 
il tuo corpo é una meridiana che rinnova il suo giro, 
annuncia che questa estate ci avrá diversi, e ci avrá. 

ancora

io attesa e tu brivido, 
i tuoi piedi toccano il mare, 
dove in questo momento di estate, 
all'estate non é concesso entrare
 
section 6
Eli
Estate
si impregna di raggi furenti
di seni scoperti
o di pudori sofferenti.

Estate
sei furiosa e radiosa
portentosa 
nascondi la tua uggia
appigliandoti a cieli puliti
mari canuti
petti irsuti.

Sfavilli di amore sfrontato
consumato
e presto dimenticato.

Nessun commento: